Lunga e ricca di tradizioni è la nostra storia di Fisher&Paykel Italia (ex ELBA S.p.a). Nel nostro stabilimento di Borso del Grappa in provincia di Treviso, sono molti anni che produciamo e commercializziamo in tutto il mondo prodotti per la cottura, cucine free-standing, forni, piani cottura e altri prodotti per la cucina a marchio De’Longhi.

Sviluppiamo con passione elettrodomestici per la cottura fin dal lontano 1950, quando il pioniere Elio Baggio iniziò la sua attività aprendo una piccola azienda artigianale dove iniziò a creare e produrre i primi modelli di stufe e cucine domestiche. Fu l’inizio di una storia di successo, e grazie a lui molte case ricostruite dopo la seconda guerra mondiale, hanno potuto avere una cucina moderna e funzionale, integrata con gli altri elettrodomestici ispirati dallo stile “che arrivava dall’America”, e che trasportarono gli italiani verso l’età moderna.  In quegli anni diventammo subito anche noi fautori di quello che è stato il miracolo economico italiano.  

L’azienda grazie ai suoi prodotti crebbe a tal punto negli anni ‘60 da diventare uno dei maggiori leader del settore, aprendo perciò dapprima un nuovo, più ampio e all’avanguardia complesso industriale nella città di Bassano del Grappa (VI) e successivamente una nuova struttura ancora più grande e moderna a Borso del Grappa (TV), l’attuale sede. Il processo produttivo divenne più automatizzato mantenendo sempre però la sua caratteristica fondamentale, prodotti fatti da mani esperte, ritoccati e curati manualmente fino all’ultimo dettaglio in modo che il prodotto esca solo se perfetto.

Ad oggi, l’azienda copre un area di 52.000 m2 (dei quali 32.158 m2 coperti) e conta 450 dipendenti. Produce 400.000 unità all’anno ed ha una capacità produttiva che può tranquillamente arrivare e superare le 500.000 unità annue.